Piano di Classifica

Secondo quanto riportato negli artt. 9 e 32 della LR 6/2008 si stabilisce che:

“Art 32 LR 6/2008 : “Il Piano di classifica degli immobili, elaborato utilizzando i dati del Sistema informativo agricolo regionale, individua i benefici derivanti dalla presenza della rete di distribuzione dell’acqua a uso irriguo di competenza dei consorzi di bonifica, stabilisce gli indici per la quantificazione dei medesimi e definisce i criteri per la determinazione dei contributi. Al Piano di classifica è allegata una cartografia che definisce il perimetro di contribuenza, al cui interno sono compresi gli immobili che traggono beneficio dalla rete di distribuzione dell’acqua a uso irriguo. Il Piano di classifica costituisce il presupposto necessario e fondamentale per l’esercizio della potestà impositiva relativamente agli oneri per la manutenzione.I consorzi di bonifica approvano il Piano annuale di riparto del contributo di bonifica sulla base degli indici di beneficio indicati nel Piano di classifica degli immobili di cui al comma 1.

I proprietari di terreni situati in aree non servite da impianti di irrigazione non sono soggetti al pagamento di contributi a favore dei consorzi di bonifica.

I consorziati contribuiscono alle spese di distribuzione dell’acqua in base alla quantità utilizzata. A tal fine i consorzi di bonifica provvedono a installare idonei strumenti di regolazione di utenza e misurazione del consumo d’acqua; fino all’installazione di tali regolatori trova applicazione la norma transitoria di cui all’articolo 46, comma 1 (Fino all’entrata in funzione delle apparecchiature di misurazione dei consumi dell’acqua il canone irriguo è rapportato all’estensione irrigata, al tipo e al numero di coltura praticata; per i singoli comprensori nei quali si è provveduto all’installazione delle apparecchiature di misurazione dell’acqua il pagamento della stessa a consumo decorre dall’annata successiva a quella della installazione).”

Con l’emanazione del Decreto del Presidente della Regione n. 126 del 19 novembre 2015 col quale è stata approvata la fusione per incorporazione tra il Consorzio di Bonifica della Sardegna Meridionale, il Consorzio di Bonifica del Basso Sulcis e il Consorzio di Bonifica del Cixerri - ai sensi dell’art. 18, c. 4 della L.R. 23 maggio 2008, n. 6 (Legge - quadro in materia di Consorzi di Bonifica), il presente piano di classifica è stato elaborato individuando i criteri di ripartizione delle spese di esercizio e di manutenzione del nuovo perimetro consortile derivante dalla suddetta fusione.
torna all'inizio del contenuto